BRAND IDENTITY FA LA DIFFERENZA TRA RICCHI E POVERI ♪ ♫

Logo, marketing, advertising, claim, progetto grafico, web design ….

“♪ ♫ Che confusione…” ma cosa vogliamo dire?!!

Quotidianamente ci ingegniamo per raggiungere il nostro pubblico, e lo facciamo con azioni molto differenti tra loro. Ma alla fine, cosa potrà ricordare? Sono talmente tanti i messaggi che gli vengono rivolti quotidianamente.Entra qui in gioco la brand identity, definita come l’insieme degli aspetti e degli elementi, grafico/comunicativi, che determinano la percezione e la reputazione di un brand da parte del suo pubblico. Percezione importantissima perché crea un rapporto con il pubblico, il quale continuerà a vedere e a giudicare l’azienda in base all’immagine che gli è stata trasmessa.

Detto così può apparire complesso ma pensandoci bene  ci sono molti esempi di marchi che al solo nominarli sapremmo abbinare un colore, piuttosto che un target, piuttosto che uno stile, questa è brand identity ed è qui dove le agenzie di comunicazione hanno lavorato bene.

Per l’azienda rappresenta una sorta di bussola. E se improvvisamente dovessimo perderla, se ne accorgerebbe qualcuno?
Non so, facciamo una prova.
Pensate se all’improvviso la Mulino Bianco decidesse di mandare messaggi pubblicitari dove, archiviata la famigliola perfetta, fa apparire un bel rapper ingioiellato che canta per la strada, e pensionato il payoff “Il piacere di mangiar sano” di colpo apparisse un claim che grida “ehi fra dai stacca e sgranocchia un Galletto”…
Probabilmente ci volteremmo verso la persona che ci sta a fianco pensando di aver avuto un calo di pressione in cabina per chiedere: “ehi, l’hai visto anche tu?!”

Confusione e cambi di rotta repentini spiazzano il pubblico. Prima sentiva che aveva qualcosa in comune con il brand, condivideva uno stile, dei valori, e ora qualcosa non funziona più. Non gli siamo più così affini. E noi che vorremmo dirgli…“♪ ♫ stringimi forte, e stammi più vicino…”
Tutto, a partire dal marchio per finire con qualsiasi aspetto della comunicazione, deve essere attentamente rispettato: da un colore, da un font, da una fotografia dipende l’intera immagine aziendale e il giudizio che il consumatore si fa di questa.

I ricchi e poveri cantavano“♪ ♫ che confusione, sarà perché ti amo…”
Ma dalla confusione il brand ne esce più povero che ricco (e single).